Trazioni verticali: approfondimento su active hang vs passive hang

Un frequente dibattito che ruota attorno all’esecuzione corretta delle trazioni/tirate verticali (trazioni alla sbarra, lat machine, e similari) è rivolto al comportamento delle scapole nelle parti finali della fase eccentrica. 

In tale contesto, il termine hang è traducibile come appesi o sospesi, quindi nel caso delle trazioni verticali ci si riferisce alla parte finale della fase eccentrica, che dalla prospettiva muscolare può essere terminata con una sospensione attiva o una sospensione passiva.

  • Secondo alcune posizioni le scapole andrebbero mantenute “attive” (active hang), ovvero i muscoli che abbassano le scapole dovrebbero impedire a questo segmento la massima elevazione esercitando una resistenza durante la fase eccentrica.
  • Secondo altri, durante il movimento si dovrebbe permettere alle scapole di elevarsi in maniera “passiva” (passive hang o dead hang), cioè portando i muscoli che abbassano le scapole ad allungarsi nella fase eccentrica senza porre resistenza, per permettere un ampio movimento scapolare.

L’articolo approfondisce la tematica sul quale la letteratura di settore dimostra delle lacune notevoli, per fare il punto sulle controversie che vi ruotano attorno e fornire delle risposte più precise.

Artrocinematica

Diventa un membro esclusivo

Per accedere a contenuti esclusivi e leggere l'articolo completo, unisciti subito alla nostra community. Abbonati ora e scopri una nuova dimensione di contenuti!

  • Lorenzo Pansini

    Lorenzo Pansini è formatore, natural bodybuilder, personal trainer e divulgatore scientifico specializzato in nutrizione sportiva (ISSN-SNS) e allenamento per il miglioramento fisico. Con oltre 10 anni di esperienza attiva nella divulgazione scientifica, è stato per anni referente tecnico per l'azienda leader Project inVictus con vari ruoli, e richiesto da altre importanti realtà del settore nazionale. È autore per testi e riviste di settore, come Alan Aragon's Research Review, redatta dal ricercatore e nutrizionista americano Alan Aragon.

    Visualizza tutti gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Don`t copy text!

Area Membri